Monaco di Baviera con bambini: il Flaucher

Visitare Monaco di Baviera con bambini puo’ essere un’idea felice e sapete perche’? E’ una citta’ che puo’ essere scoperta benissimo anche all’aperto, soprattutto in quel periodo magico dell’anno che va da maggio a fine settembre.

Tradotto: gioia e gaudio per tutti i genitori, soprattutto con bambini nella fascia 0-5 anni.

Oltre ai suoi magnifici parchi – veramente di tutti i tipi, non solo naturali e da gioco! – Monaco ha quel qualcosa in piu’ che dona forza, freschezza ma anche disconnessione al suo incalzante ritmo quotidiano: il fiume Isar.

L’Isar attraversa tutta la citta’ di Monaco e grazie alle moderne opere di canalizzazione si e’ riusciti a “domare” il suo flusso creando delle vere e proprie oasi di ristoro pubblico.

La scorsa settimana, in occasione di una visita del gruppo nido di Sofia allo zoo di Tierpark-Hellabrunn (di questo parleremo piu’ avanti!) abbiamo portato entrambi i bambini sul Flaucher, un complesso di spiagge sassose nelle sue vicinanze.

Il Flaucher, che prende nome dallo storico Biergarten “Zum Flaucher” (fondato nel 1870 e situato un po’ piu’ a nord) e’ un vero e proprio angolo di paradiso per le famiglie. Qui l’acqua, dopo aver attraversato il ponte di Thalkirchen, devia verso nord – est e si insinua in una sequenza di isole, cinque in totale, comunicanti solo attraverso la soprastante passerella ciclo-pedonale del Laufersteg, realizzata circa 100 anni fa in acciaio e legno di larice. Il Laufersteg collega non solo gli isolotti (cui si puo’ accedere attraverso rampe laterali) ma anche entrambe le sponde del fiume Isar per una lunghezza di circa 335 metri totali.

Il Flaucher e’ un angolo di Monaco cui sono particolarmente affezionata e la scorsa settimana, ammirandolo con i miei bambini in tutta la sua bellezza mi sono detta: perche’ non parlarne anche sul blog e dare uno spunto di visita alternativo a tante famiglie in visita o alla scoperta di Monaco?

Se volete scoprire il Flaucher in famiglia ecco alcuni consigli validi da tenere in considerazione:

  • Potete raggiungere il Flaucher in auto, in metro o ancor meglio in bicicletta se poi volete risalire il Flauchersteg e raggiungere il famoso Biergarten, con nei pressi un parco giochi. Se non potete evitare l’auto cercate posto lungo le strade Schäftlarnstraße o la Schönstraße. In metro invece prendete la U3 con capolinea Fürstenried West e scendere a Thalkirchen (Tierpark). Fino al 18.06.2022 sulla fermata Implerstraße ci sono lavori ma il servizio bus di integrazione e’ ben segnalato e il personale sapra’ indirizzarvi bene. Per ulteriori informazioni in italiano vi lascio questo link.
  • Con bambini vi consiglio di arrivare tra le 10 e le 11 per cercare un posto all’ombra per il pomeriggio. “Mala idea no seria” (“non sarebbe una brutta idea!”, come dice spesso mio marito) portarsi dietro una tendina da spiaggia (cliccate qui per un suggerimento) e un materassino per far sedere i bambini quando sono stanchi.
  • Pranzo al sacco benvenuto. Per bibite e gelati il chiosco “Susi & Günthers Hexenhäusl” e’ un porto sicuro, con a lato il parcheggio dello zoo e una casina pubblica in cui potete trovare bagni e fasciatoio.
  • Portarsi tanta acqua, crema solare e per i bambini: cappello, sandali da acqua e cambio per il bagno. La qualita’ delle acque e’ nel corso del tempo migliorata, ma partire ben accessoriati (ecco il link per alcune idee) non e’ mai una scelta sbagliata.
  • Grigliare o non grigliare? Se avete motivazione e l’attrezzatura giusta, ben venga! E se potete munirvi di un Bollerwagen (un carrello) ancora meglio.

Il Bollerwagen risolve tutto: soprattutto i problemi di schiena dei genitori.

E se trovate un modello piegabile per il portabagagli avete vinto al Lotto.

Controllate sempre dove potete grigliare attraverso questo link del comune di Monaco e tenete presenti queste norme generali per non incorrere in multe (i controlli sono frequenti!):

  1. Evitate le scintille volanti, che possono essere molto pericolose, soprattutto ai margini del verde urbano. Andrebbe sempre mantenuta la distanza di minimo 10 metri da ogni arbusto!
  2. Utilizzate solo barbecue “con i piedi” ovvero con una distanza dal suolo di almeno 30 centimetri, alimentati a carbonella o a gas. Non è inoltre consentito utilizzare rami o altre parti della vegetazione per alimentare il fuoco, a causa del forte sviluppo di fumo che potrebbe crearsi.
  3. Le braci devono essere completamente spente dopo il barbecue, soprattutto in caso di vento. E successivamente buttate negli appositi bidoni disponibili.
  4. Gli appassionati di barbecue devono portare con sé i propri rifiuti o smaltirli negli appositi contenitori. Questo vale soprattutto per i vetri rotti (ecco perche’ vi consiglio di tenere i sandali da acqua SEMPRE!)
  5. Per rispetto agli altri appassionati di barbecue e ai residenti, bisogna evitare rumori o musica ad alto volume.

Per concludere vi lascio il link di questa App preziosissima: la Isar Map. Cliccandovi potrete geolocalizzare tantissimi punti importanti, non solo di interesse per la visita ma anche pratici: toilette e punti di raccolta rifiuti pubblici, parchi gioco, fermate taxi o di parcheggio delle bici fornite dal trasporto pubblico cittadino (MVG), zone grill consentite (all’interno dei perimetri verde scuro).

Allora, vi ho incuriositi? Non vedo l’ora di vedervi tutti sul Flaucher e sentire le vostre opinioni a rispetto sulle mie pagine Instagram e Facebook. Buona visita e a presto!